Per qualsiasi informazione non esitate a chiedere!

Image Alt

Energy Gaming

MINI-REWORK PER ZOE E ALTRO NEI PIANI PER LE PROSSIME PATCH

Ancora una volta ci troviamo di fronte ad una serie di cambiamenti più che importanti, nonché molto delicati; sopra tra tutti vi è Zoe, che sembra stia recitando un po’ la parte di Ekko (o di Kindred) alla sua release: nonostante i numerosi ma piccoli nerf che sono stati effettuati, questi campioni hanno in comune il fatto di essere rimasti letteralmente OP, ma al contrario degli altri non si è ancora trovata una soluzione per l’Incarnazione del Crepuscolo.

Tuttavia il problema non è di facile risoluzione come potrebbe sembrare: un nerf troppo pesante renderebbe il campioni ingiocabile (e ci sono stati non pochi precedenti di questo fatto) mentre uno troppo leggero potrebbe essenzialmente non portare quasi a nulla, come per quelli arrivati fino ad adesso.

Oltre a questo mini-rework sono presenti sul PBE alcuni cambiamenti allo Stormrazor ed alla Duskblade, mentre nei forum nordamericani gli sviluppatori hanno annunciato quali saranno, in generale, gli obiettivi per le prossime patch.

Iniziamo da Zoe:


Mini-rework di Zoe

Annunciato su Twitter dall’analista Shakarez questo sembra essere finalmente un buon passo in avanti nella giusta direzione per il bilanciamento di Zoe, certo è che non tutti sono d’accordo con alcuni punti specifici (ad esempio le modifiche alla sua E non sono state viste di buon occhio da numerosi giocatori) ma bisogna considerare che non sono affatto definitivi; in effetti lo stesso Riot Meddler ha ammesso che queste informazioni sono state divulgate troppo presto:

Quella che è stata pubblicata è soltanto una prima lista dei cambiamenti che abbiamo cominciato a testare, infatti essa non è completa e sicuramente non verrà non verrà applicata nella sua attuale forma. Non avremmo dovuto pubblicarla così presto, ha sicuramente bisogno di ulteriori cambiamenti e rivisitazioni; per questo non sarà parte della Patch 8.17 al contrario di quanto indicato in precedenza.

Ma bando alle ciance, andiamo a vedere cosa si trova attualmente in testing:

  • Q – Stella Vagante: i suoi danni base non aumenteranno (non scaleranno) più con i livelli di Zoe(attualmente sono in base sia al livello del campione, sia a quello della skill), tuttavia essi passeranno da 50 – 150 danni a 60 – 180 danni;
  • W – Furto Magico: i suoi danni base passano da 75 – 195 danni a 40 – 140 danni,
    inoltre il suo rateo AP passa dal 40% al 20%;
  • E – Bolla della Nanna: in caso non colpisca un campione non finirà più a terra formando una trappola, tuttavia i suoi danni base vengono incrementati da 60-220 danni a 60-380 danni,
    inoltre il suo rateo AP passa dal 40% al 40% – 80% (in basse al livello dell’abilità);
  • R – Tuffo nel Portale: la durata del portale (ossia del tempo prima che Zoe venga riportata alla posizione iniziale) passa da 1 secondo a 0.25 secondi,
    inoltre non avrà più vision sulla posizione di arrivo nel momento in cui usa questa abilità.

Il punto di forza di Zoe è la sua possibilità di infliggere ingenti danni (a volte letteralmente oneshottando i campioni più fragili) ma rimanendo comunque in una posizione piuttosto sicura; ora con il cambiamento alla sua ultimate gli avversari avranno qualche decimo di secondo in più per punirla dopo il “dash”. Inoltre con le modifiche alla sua E non si sarà più ricompensati mancandola, tuttavia non sarà neanche possibile utilizzarla per limitare le vie d’uscita nemiche non potendo più essere usata come trappola;  questo è probabilmente il cambiamento più importante e anche quello più discusso.

Ma ora passiamo alle modifiche agli oggetti che invece arriveranno con la Patch 8.17:


Aggiustamenti al Rasoio della Tempesta e alla Lama crepuscolare di Draktharr

Le modifiche apportate soltanto due patch fa allo Stormrazor (o Rasoio della Tempesta) hanno reso quest’ultimo oggetto un must have per un parco troppo ampio di campioni; inizialmente questi cambiamenti erano indirizzati direttamente agli ADC, tuttavia quest’oggetto ha cominciato a spopolare anche tra le builddi campioni che non utilizzano critici o velocità d’attacco (ad esempio di campioni assassin o Riven).

Per ovviare a questo problema gli sviluppatori hanno ben pensato di modificare gli scaling proprio di queste due statistiche, ma di non fermarsi qui: la passiva Nightstalker della Duskblade of Draktharr combinata a quella dello Stormrazor rende i campioni che puntano a burstare gli avversari decisamente troppo forti (e bisogna ricordare che attualmente Riot Games sta cercando di indebolire il più possibile la capacità di infliggere un grande quantitativo di danni in un breve lasso di tempo). Proprio per interesse di questo obiettivo, sono state effettuate delle modifiche anche alla Lama Crepuscolare:

 

Lama crepuscolare di Draktharr

  • Ora fornirà 21 punti letalità invece di 18;
  • La sua passiva Cacciatore della Notte ora infliggerà 30 – 200 danni invece che 30 – 150 danni sul primo attacco base dopo non essere stati visti per 1 secondo.

 

Rasoio della Tempesta

  • Ora fornirà 60 di attacco fisico invece di 65;
  • Ora fornirà il 35% di velocità d’attacco invece del 25%;
  • La percentuale di danni bonus della sua passiva Lama della Tempesta passa dal 160% (+1% per ogni 0.75% di probabilità di critico) al 140% (+1% per ogni 0.5% di probabilità di critico).

Per quanto riguarda quest’ultimo oggetto possiamo facilmente renderci conto del fatto che campioni come Yasuo che sfruttano molto sia il critico che la velocità d’attacco avranno un’enorme spinta in più nonostante la percentuale di base sia stata abbassata, infatti quest’ultima è facilmente recuperabile buildando una minima quantità di critical strike chance e questo aspetto viene ulteriormente migliorato dal fatto che ora verrà aggiunto l’1% di danno ogni soltanto lo 0.5% di percentuale di critico.

Insomma, non rimane che aspettare e osservare quali effetti avranno questi cambiamenti nell’attuale meta, ma prima di lasciarvi vorremmo condividere con voi i piani che gli sviluppatori hanno comunicato qualche giorno fa:


Obiettivi per le patch 8.17, 8.18 e 8.19

  • 17: sarà una patch abbastanza regolare con lo scopo principale di portare più bilanciamento (vedi le modifiche presentate qui sopra);
  • 18: questa sarà la patch precedente a quella in cui verranno giocati i Mondiali, per questo motivo i cambiamenti che verranno apportati non saranno troppo “rischiosi”, quindi sicuramente non ce ne saranno di grandi. Probabilmente sarà incentrata sui cambiamenti che non hanno funzionato nella 8.17e le relative correzioni;
  • 19: come precedentemente detto questa sarà la patch della World Championship 2018, quindi tra tutte sarà sicuramente la più breve, magari addirittura senza modifiche al bilanciamento per non mettere il competitivo troppo a rischio (e per non effettuare cambiamenti all’ultimo momento che potrebbero richiedere adattamento da parte dei giocatori professionisti).