Per qualsiasi informazione non esitate a chiedere!

Image Alt

Energy Gaming

Gold Rush: Mid edition

La stagione sta per volgere al termine e noi di Outplayed vogliamo darvi una mano per la spinta finale consigliandovi, grazie al nostro coach Pencil, i migliori campioni divisi per ruolo che vi daranno più chances di arrivare al tanto agognato Gold, o almeno provarci. Partiamo con il Terzo articolo della seria con la Midlane:


AHRI

Fino a qua credo che nessuno sia sorpreso: Ahri è da sempre un pick ottimo per la soloQ a causa della sua mobilità, sicurezza in corsia e potenziale di playmaking.
Questo champion, dopo mille mini rework, è tornato al suo vecchio status di Assassin che può essere giocato anche come mage senza ripercussioni sul suo danno. In linea Ahri ottiene un buon sustain dalla sua passiva ed ha un ottimo waveclear con la Q, i suoi trade sono sia passivi (Q che colpisce minion e champion) che attivi grazie all’all in dato dal charm; nelle fasi successive di gioco Ahri può fare quello che vuole: è ottima in siege per il wavecrlear e potenziale di pick, è forte in split perchè è difficile da prendere ed ha potenziale di kill 1v1 ed è forte in teamfight per la sua mobilità ed il true damage gli permette di intaccare anche i tank.

Le sue rune sono abbastanza standard con Elecrocute sorcery con Nimbus cloak e Celerity, è possibile sostituire Nimbus per Manaflow band se avete problemi di mana.

La Skill build è semplicissima Q->E->W e si maxa Q->W->E prendendo R quando possibile

L’itemizzazione è anch’essa molto diretta in quanto i core item sono sempre Luden’s into Morello into Zhonya/banshee e si conclude la build con Cappello e Void staff; questa itemizzazione ha poche varianti data la sua efficienza, la scelta tra Banshee e Zhonya dipende molto dalla composizione avversaria ma solitamente Zhonya è la scelta corrette ma capita di essere contro team a basso poke dove Banshee può bloccare spell importanti. Gli stivali sono ovviamente Sorcerer’s.


VEIGAR

In top c’era Nasus ed qui abbiamo la sua controparte AP: Veigar sta performando bene perchè i nerf al burst gli hanno permesso di reggere meglio la fase di corsia alleggerendo di molto la fase più abusabile di questo campione.
Il suo kit rimane molto forte con la gabbia che rimane uno degli stun più forte e frustranti del gioco e la ultimate altrettanto frustrante ed efficace.
La sua fase di corsia, come quella di Nasus, è incentrata sul farming e sul guadagnare AP bonus tramite la passiva, detto questo Veigar ha anche un pressione di kill dopo il livello 6 data la forza della sua ultimate negli 1v1. Mid late è semplicemente un gioco a zonare con la gabbia ed esplodere gli avversari con le proprie spell am ricordatevi di stare sulla difensiva quando Event Horizon è in CD poichè siete estremamente vulnerabili.

Le sue rune sono un po’ diverse dal normale dato che seleziona Cometa ed Inspiration per massimizzare il farming grazie ai biscotti ed al 5% di CDR aggiuntivo che permette di arrivare a 45% in end game.

La skill build è Q->W->E e si maxa nello stesso ordine prendendo la ultimate quando possibile.

L’Item build è abbastanza difensiva e prevede, come sempre, Luden’s come primo item per poi transizionare in Zhonya, Rabandon’s, Void Staff e Banshee; l’ordine di acquisto può variare ed alle volte è preferibile prende Banshee come terzo item per poi acquistare Void e Rabadon’s ma gli oggetti finali dovrebbe essere comunque quei 5 accompagnati dai sorcerer’s boots.


LUX

Lux sta performando molto dal nerf al burst anche perchè quel nerf ha portato a fight più lunghi ed i fight lunghi permettono a questo champion di trarre un value infinito al suo scudo capace di colpire il team intero. Oltre a questo la sua possibilità di controllo e burst non sono da sottovalutare infatti la “Lux Combo” rimane capace di oneshottare ADC e maghi senza grossi problemi.
La fase di linea di Lux è molto safe grazie al suo range ed i suoi trade sono tutt’altro che scarsi grazie alla passiva; in mid late Lux si trasforma in una macchina d’assedio: rimanete nella backline e tirate spell, tenete il laser pronto se il vostro engager colpisce qualcosa di utile e peelate per i vostri teamate; Lux rimane un mid laner molto supportivo nonostante il suo danno.

Per le rune non fate i golosi di andare per Presence of mind tanto il vostro laser ha pochissimo CD in ogni caso; quelle che consiglio sono Cometa+Dominazione con Eyeball collection e Ultimate Hunter.

La skill build è E->Q->W e si maxa nello stesso ordine.

Anche per Lux l’itemizzazione è molto simile a quelle precedentemente mostrate con Luden’s primo oggetto con Morello, Zhonya, Rabadon e Void staff a seguire con Rabadon e void intercambiabili nell’ordine a secondo di quanto MR il team avversario sta facendo; per Lux i boots possono essere CDR o Magic pen a seconda dei gusti.